Alla Scoperta del Battistero di Cremona: Tra Arte, Storia e Misteri Medievali

Il Battistero di Cremona rappresenta un capolavoro architettonico di forma ottagonale, influenzato dal modello del battistero fiorentino e datato al XII secolo, un periodo recentissimo per l’architetto cremonese. A differenza del battistero di Pisa, si distingue per la sua struttura senza ambulacro, con una cupola rialzata a otto spicchi e portali sui tre lati principali. La “scarsella” rettangolare sul quarto lato, oggi staccata dal corpo principale, è considerata un’aggiunta successiva a Firenze nel 1202.

Internamente, il battistero di Cremona presenta similitudini con quello fiorentino, come le coppie di colonne addossate a ogni lato, ma con alcune variazioni, come la galleria in spessore di muro con bifore che si raddoppia. Adriano Peroni ha sottolineato il rapporto stretto tra i due battisteri e l’importanza architettonica della struttura cremonese.

Storicamente, il battistero è stato edificato nel 1167 e ha subito diverse trasformazioni nel XVI secolo, tra cui la sostituzione del tetto, il rivestimento lapideo, l’aggiunta di un protiro e la chiusura di alcuni portali. Queste modifiche hanno trasformato il battistero in un unico asse nord-sud, fortemente legato alla cattedrale di Cremona.

La separazione tradizionale tra il battistero e la chiesa-madre risale ai primi secoli dell’era cristiana, quando i non battezzati non potevano partecipare alle celebrazioni eucaristiche. Il battesimo, simboleggiato dal passaggio dalle tenebre alla luce, è stato enfatizzato da san Paolo nella lettera ai Romani.

Il Fonte Battesimale, realizzato tra il 1520 e il 1531, è una cisterna ottagonale in marmo rosso, posta su una base di marmo, che conservava l’acqua benedetta per i battesimi. Ogni facciata presenta iscrizioni con la data di costruzione e i nomi dei fabbricieri.

Il battistero ospita anche opere d’arte notevoli, tra cui il crocifisso trecentesco proveniente dalla cattedrale e il rinnovato altare della Vergine addolorata. L’Università dei Battilana, che ha sede nel battistero dal 1510, contribuì alla realizzazione dell’altare di San Biagio.

In sintesi, il Battistero di Cremona è un gioiello architettonico che unisce storia, arte e spiritualità, rappresentando un importante punto di riferimento nella città. La sua evoluzione nel corso dei secoli testimonia la ricca storia di Cremona e la profonda importanza del battesimo nella tradizione cristiana.

Se vuoi scoprire questa e altre meraviglie della Lombardia segui i nostri eventi! Ogni settimana organizziamo visite guidate alla scoperta dei segreti della Lombardia. https://lombardiasegreta.com/eventi



X