Esplorare Bergamo Bassa: Dove la Storia Abbraccia la Modernità

Bergamo, divisa in due parti, presenta due anime diverse: la città alta, detta in dialetto locale “Bèrghem de sura,” è la parte più antica, mentre la città bassa, chiamata “Bèrghem de sóta,” si sviluppa principalmente dal XIX secolo. Il centro storico della città alta, situato su un colle circondato dalle mura venete, offre suggestivi itinerari con le principali attrazioni da visitare in un giorno.

La nascita di Bergamo bassa nel XIX secolo è legata alla decisione della nobiltà e della borghesia bergamasca di trasferirsi ai piedi del colle, creando un ambiente più salubre e meno congestionato. Questa trasformazione richiese la riorganizzazione e il collegamento dei numerosi borghi, dando origine a una nuova visione moderna per la città.

Bergamo bassa venne ridisegnata seguendo i modelli delle capitali europee come Parigi e Budapest, con la realizzazione di boulevard, parchi ed eleganti spazi pubblici. Un esempio di questa modernità è la Casa Paleni, costruita tra il 1902 e il 1904, che si distingue per le lavorazioni in cemento e il richiamo allo stile internazionale della decorazione.

Tra le attrazioni di Bergamo bassa, si trova la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, fondata nel 1422 da San Bernardino come convento francescano. L’edificio attuale, a croce greca in stile neoclassico, risale al XIX secolo e conserva opere d’arte come l’affresco miracoloso del Santo Jesus e la Gloria di Maria di Enrico Scuri.

Nella zona si ergono anche i due Propilei in largo Porta Nuova, una porta d’accesso alla città realizzata nel 1837 in stile neoclassico. La piazza ospita il Palazzo del Credito Bergamasco e la statua in bronzo “Anima Mundi” di Ugo Riva.

Il centro economico, istituzionale e amministrativo di Bergamo si sviluppò tra l’800 e il ‘900 a Bergamo bassa, diventando il cuore della città. Marcello Piacentini, uno degli architetti più importanti dell’Italia tra le due guerre, guidò il progetto di riqualificazione urbana, dando vita a piazza Dante e a edifici significativi come la Banca d’Italia e il Palazzo di Giustizia.

Il Teatro Donizetti, inaugurato nel 1786, è uno dei principali luoghi culturali di Bergamo. Con una capacità di 532 posti, il teatro mantiene il disegno originario e conserva la magnificenza di un tempo, divenendo il palcoscenico dove le opere di Gaetano Donizetti sono state esaltate.

Il nostro percorso alla scoperta di Bergamo bassa ci conduce anche a piazza Pontida, anticamente piazza della Legna, testimone di momenti cruciali come l’incitamento di Giuseppe Mazzini contro la dominazione austriaca.

Infine, attraverso via Pignolo, uno dei principali collegamenti tra città alta e bassa, si possono ammirare i bellissimi palazzi nobiliari e, se aperta, la Chiesa di San Bernardino con la “Pala di S. Bernardino” di Lorenzo Lotto.

Esplorare Bergamo bassa significa immergersi in una città che conserva la sua storia, arte e cultura in ogni angolo.

Se vuoi scoprire questa e altre meraviglie della Lombardia segui i nostri eventi! Ogni settimana organizziamo visite guidate alla scoperta dei segreti della Lombardia. https://lombardiasegreta.com/eventi



X