Il Duomo di Cremona: Un Capolavoro Architettonico e Spirituale

La Cattedrale di Santa Maria Assunta a Cremona si erge come un gioiello intriso di storia e arte. La sua imponenza architettonica e la ricchezza iconica la rendono un simbolo della gloria di Dio, incarnato nelle sue mura e nei tesori d’arte che custodisce. La vita del popolo cristiano si intreccia con le celebrazioni sacramentali, rendendo la cattedrale un segno tangibile della presenza divina nel cuore degli uomini.

Al centro di questo monumento si erge il maestoso Duomo, un potente ausilio per comprendere e vivere la storia della salvezza. La sua struttura, iniziata nel 1107, è intrisa di mistero e simbolismo, con quattro profeti antichi che accolgono i visitatori e una “Pietra di Fondazione” murata nella Sacrestia canonicale, datata 26 agosto 1107.

La grandezza architettonica di Cremona trova un’icona nel Torrazzo, la seconda torre campanaria medievale più alta d’Italia, costruita in laterizi a doppia canna. Accanto, il romanico Battistero anticipa con la sua tecnica costruttiva la cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze.

Il Duomo è dedicato a San Girolamo, Biblista e teologo del IV secolo, il cui influsso si riflette anche nei profeti che adornano la cattedrale. La storia della costruzione si intreccia con eventi cruciali come il terremoto del 1117 e la scoperta delle reliquie di San Imerio nel 1129, che diedero nuovo slancio ai lavori.

La facciata principale, completata dai “Maestri campionesi” nel XIV secolo, racconta storie di creazione e rappresenta simboli degli Evangelisti. Il protiro, con il grande portale centrale e le sculture dei Profeti, è un capolavoro di eleganza artistica.

All’interno del Duomo, la “Bibbia dei poveri” si dipana lungo le pareti della navata maggiore con affreschi che narrano la storia della Vergine e di Gesù Cristo. Opere di artisti del calibro di Boccaccio Boccaccino, Altobello Melone, e il maestro toscano Marco Romano adornano il santuario.

La Pala dell’Assunta, incompiuta per la morte di Bernardino Gatti, fu completata da Giovanni Battista Trotti, detto il Malosso, nel 1579. Quest’opera maestosa trova posto nell’abside, circondata da altre straordinarie creazioni della famiglia Campi.

Il Duomo di Cremona si erige come una testimonianza tangibile della fede, un capolavoro architettonico e artistico che trasporta i visitatori in un viaggio attraverso la storia della salvezza, dalla sua fondazione nel XII secolo fino ai giorni nostri.

      

Se vuoi scoprire questa e altre meraviglie della Lombardia segui i nostri eventi! Ogni settimana organizziamo visite guidate alla scoperta dei segreti della Lombardia. https://lombardiasegreta.com/eventi



X